Made in Germany KESSEL Logo
ricerca:
 >  >  > 

Trattamento successivo biologico dei grassi

Ricerca veloce prodotti


Inserire codice o descrizione dell'articolo.

Trattamento successivo biologico dei grassi BIFENA

In generale, la norma DIN 1986-100 richiede l'impiego di separatori di grassi in tutte le aziende nelle quali si producono delle acque di scarico contenenti grassi.

In caso di impiego di separatori di grassi, le acque di scarico – al momento dello scarico – presentano un valore residuo di sostanze lipofile pari a circa 300 mg/l. Dato che questo parametro, in molte città, è sottoposto al controllo sempre più severo delle autorità pubbliche, è necessario l'impiego di ulteriori livelli di depurazione a valle del separatore di grassi.


Attualmente non vi è tuttavia al riguardo alcuna prescrizione normativa. I valori limite ammessi sono stabiliti dai comuni.

Qualora, alla luce delle prescrizioni delle autorità pubbliche, venga richiesta una riduzione delle sostanze lipofile al di sotto di 300 mg/l, le acque di scarico provenienti dal separatore di grassi dovranno essere sottoposte a un ulteriore trattamento.

Misure delle autorità pubbliche

I superamenti dei valori limite possono causare delle misure pecuniarie.

  •  Assunzione dei costi per il controllo dei valori limite. In caso di superamento dei valori, il responsabile dovrà sostenere i costi (dai 200 ai 300€ circa per misurazione)
  • Elevazione di un'ammenda per la trasgressione (fino a  10.000€/violazione a seconda dello statuto e del comune)
  • Elevazione dell'imposta quale grande inquinatore
  • Ritiro della licenza d'esercizio in caso di "introduzione ripetuta e non autorizzata".

Il dimensionamento degli impianti BIFENA® avviene sulla base di un'analisi delle acque di scarico a cura dei nostro personale tecnico specializzato.


Fonti di informazioni e suggerimenti per installatori e commercianti

 

©2011-2017 KESSEL AG, Bahnhofstraße 31, 85101 Lenting, Germania Colophon
Informativa sulla privacy